Cermeg

 

 

 

Pubblicata, per per la Collana "Quaderni" della Facoltà di Giurisprudenza, la raccolta di atti a cura di M. Manzin, F. Puppo, S. Tomasi, Multimodality and Reasonableness in Judicial Rhetoric, che costituisce il secondo volume della serie intolata Studies on argumentation & Legal Philosophy.

L'opera raccoglie una selezione referata dei contributi presentati e discussi nel corso del Convegno Internazionale ‘Giornate Tridentine di​ ​Retorica' svolto a​ ​Trento, nei giorni 17​-​19​ ​giugno 2015 , che ha visto la partecipazione di​ numerosi ​studiosi di argomentazione dall'Italia e dall'estero sul tema "Visual Argumentation​ ​& Reasonableness". ​

La retorica rappresenta senza dubbio il punto di convergenza di molte​ ​contemporanee teorie​ ​dell'argomentazione: per alcuni, essa attiene esclusivamente​ ​ai mezzi di persuasione​ ​dell'uditorio, per altri è essenzialmente 'multimodale',​ ​poiché coinvolge i diversi ambiti della​ ​comunicazione (come le arti figurative, la​ ​pubblicità, la musica ecc.). Come tale, la retorica si presta a letture complesse e convergenti, rappresentando un ambito ideale di confronto inter- e multi-disciplinare, come si è cercato di rappresentare nel volume.

La prima sezione dell'opera, di carattare generale,​ ​sviluppa l'approccio ad una teoria​ ​dell'argomentazione c.d. comprehensive, estesa​ ​cioè anche alla retorica multimodale, della quale danno conto i contributi di Leo Groarke (University of Trent, Canada), Gabrijela Kišiček (University of Zagreb, Croatia) e Paul van den Hoven (University of Utrecht, Netherlands); i saggi di Christian Dahlman (University of Lund, Sweden), Marko Novak (European Faculty of Law in Nova Gorica, Slovenia), Pedro Parini (Federal University of Paraíba, Brasil), Serena Tomasi (CERMEG, Università di Trento) e Miguel Á. León Untiveros (National Major University “San Marcos” of Lima, Peru) compongono invece la seconda sezione del volume, che è dedicata all'applicazione​ ​della teoria multimodale in ambito​ ​dell'argomentazione giuridica. L'intento è di superare la convinzione per cui la comunicazione multimodale sia riducibile ad una sorta di​ ​‘magico' effetto emozionale sull'uditorio, potendo invece rappresentare la​ ​razionalità/ragionevolezza​ ​dell'adesione empatica dell'interlocutore. La tecnica​ ​argomentativa consente, infatti, di​ ​analizzare l'uso pragmatico​-​situazionale di strumenti non​-​verbali​ ​nella comunicazione​ ​persuasiva. Da questo punto di vista il processo giudiziale costituisce un​ ​ambito di particolare interesse, capace di offrire molti casi​-​studio:​ ​dalle​ ​generalizzazioni alle​ ​espressioni formulari, dall'ironia alla trasparenza.  

Il volume è interamente disponibile in licenza Open Access a questo link .

Questo articolo è stato creato il Mercoledì 7 Giugno 2017 alle ore 11:01 am ed è archiviato nella categoria Segnaliamo, Altre pubblicazioni. Attraverso Feed RSS 2.0 è possibile monitorare questo articolo. Both comments and pings are currently closed.