Cermeg
 

 

F. Puppo, Metodo pluralismo, diritto. La scienza giuridica tra tendenza 'conservatrici' e 'innovatrici', Aracne, Roma, 2013.

 

E' stato pubblicato per i tipi di Aracne (Roma) il saggio di Federico Puppo dedicato ai rapporti fra questione metodologica, pluralismo epistemologico e scienza del diritto, visti alla luce delle più recenti istanze nel campo del diritto globale e della logica giuridica.

La tesi discussa considera il pluralismo non semplicemente come un tipo di atteggiamento etico, politico o di costume, ma come uno strumento per la scienza giuridica più adatto ai problemi teorici e pratici della contemporaneità, capace d'integrarne i metodi d’indagine e di auto-rappresentazione, sino ad influire  sulla stessa formazione accademica e professionale dei giuristi. Tuttavia, se da un lato il pluralismo può costituire un approccio insieme duttile e rigoroso alle numerose e urgenti questioni affacciate dai processi di trasformazione in atto (non sempre o non del tutto razionalizzabili), dall'altro lato occorre evitare che esso si risolva in una sorta di indifferentismo epistemico. Tutto ciò implica il ripensamento di alcune questioni 'classiche' della filosofia e della teoria del diritto, come quella sulla natura del sapere giuridico e del concetto di sistema. In questo volume esse sono  affrontate secondo un itinerario che procede da un’analisi delle nozioni di pluralismo metodologico e giuridico, per approdare infine alla proposta di un vero e proprio pluralismo logico.

La copertina e la IV di copertina del volume sono in allegato (sotto), al pari dell'indice del volume.

 
 
Questo articolo è stato creato il Giovedì 6 Marzo 2014 alle ore 9:32 am ed è archiviato nella categoria Altre pubblicazioni, Generale. Attraverso Feed RSS 2.0 è possibile monitorare questo articolo. Both comments and pings are currently closed.