Cermeg

 

In ricordo di Roberto Gusmani (1935-2009)

Atti della giornata di studio, Udine, 19 novembre 2010, a cura di Vincenzo Orioles, 2011, pp. 160

 

 

STUDIA ERUDITA-15  Cm 17,5 x 25, bross.

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

 

Appena pubblicato per i tipi della Fabrizio Serra Editore di Pisa, il volume In ricordo di Roberto Gusmani raccoglie i saggi di coloro i quali sono stati chiamati a ricordarne la figura di uomo e di studioso in occasione di un Convegno organizzato dai suoi allievi a Udine nell'ottobre del 2009. I contributi toccano vari aspetti della sua vita accademica e pubblica, oltre che naturalmente della sua attività scientifica. Gusmani ebbe a collaborare con il CERMEG in occasione di un seminario sul valore del principio di non contraddizione organizzato presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Trento nel 2007: dall'occasione nacque un volume (La contradizion che nol consente. Forme del sapere e valore del principio di non contraddizione, FrancoAngeli: Milano 2010) curato da Federico Puppo. Fra coloro che hanno contribuito al volume appena stampato anche il Presidente del CERMEG Maurizio Manzin, che ne ha ricordato la figura come Membro del Comitato Scientifico e Decano della Conferenza dei Rettori di Alpe-Adria.

Roberto Gusmani è scomparso improvvisamente il 16 ottobre  2009. Così si legge nella presentazione del volume a cura del prof. Vincenzo Orioles (disponibile sul sito della Casa Editrice Fabrizio Serra): "L'Università di Udine ha organizzato una giornata in Suo ricordo, giornata della quale la presente pubblicazione raccoglie e riorganizza i contributi. L'incontro, ospitato significativamente nella Sala Convegni che l'Università da poco aveva a Lui intitolato, ha assunto il tono di un riconoscimento corale alla figura del Maestro, del collega, dello studioso fondatore della scuola linguistica udinese. I testi qui raccolti rispecchiano fedelmente lo svolgimento dei lavori e ciascuno degli interventi ha il pregio di aver saputo toccare un determinato aspetto dell'attività scientifica, accademica, pubblica di Roberto Gusmani, dal Suo contributo all'attività della Società Italiana di Glottologia agli studi sulle lingue indoeuropee della penisola anatolica del I millennio a.C., dall'interesse per le lingue germaniche a quello per le dinamiche interlinguistiche e per la teoria del linguaggio di Aristotele, dall'esperienza della rivista «Incontri linguistici», da Lui diretta per molti anni, alle ricerche di natura teorica e programmatica. In questo modo si è ripercorsa la lunga, operosa e autorevole azione di Gusmani: ricercatore capace di spaziare nei campi del sapere linguistico, docente che crede nella funzione formativa dell'istituzione universitaria, intellettuale che si spende nelle istituzioni, convinto della posizione di privilegio che compete al punto di vista scientifico, pronto però a mettersi al servizio delle istituzioni stesse in una ricerca di strategie comuni e produttive collaborazioni".

Cliccando qui si verrà reindirizzati al sito della Casa editrice per visualizzare l'indice-sommario e ogni altra informazione sul volume.

 

Questo articolo è stato creato il Martedì 15 Novembre 2011 alle ore 11:40 am ed è archiviato nella categoria Recensioni, Generale. Attraverso Feed RSS 2.0 è possibile monitorare questo articolo. Both comments and pings are currently closed.