Cermeg

Si è svolto a Venezia il 30 settembre 2011, per cura della Camera Penale "Antonio Pognici", un seminario di studio sul tema La deontologia nelle indagini difensive (locandina in allegato). Ne hanno discusso, dopo le introduzioni di rito, il presidente del CERMEG prof. Maurizio Manzin, i dott. Gastone Andreazza (dell'Ufficio Massimario presso la Corte di Cassazione) e Luca Marini (GUP presso il Tribunale di Venezia), e il prof. avv. Gaetano Insolera (Ordinario di Diritto Penale nell'Università di Bologna).

Nel corso dell'incontro il prof. Manzin ha avuto modo d'illustrare la teoria metodologica del CERMEG quale sfondo atto a delineare la deontologia delle indagini difensive, ricordando la struttura propria del ragionamento giudiziale (alla formazione del quale gli esiti di dette indagini dovrebbero concorrere) come anche disegnata dall'art.111 Cost. Nel discutere la controversa questione dell'avvocato 'pubblico ufficiale', sorta a seguito di una nota sentenza della Cassazione (Cass. SU Pen. n. 320009 del 27/06 e 28/10/2006), il relatore ha sottolineato la funzione sociale propria dell'avvocato, come stabilita dagli artt. 24 Cost. e 7.II del Codice Deontologico forense, per la quale la difesa dev'essere sottratta a qualsiasi qualifica di natura statuale, che turberebbe gravemente l'equilibrio già difficile dell'attuale processo penale (accusatorio nella mente, ma inquisitorio nel cuore -per dirla con Massimo Nobili-) preordinando una sorta di 'difensore in divisa'. Infine il Presidente del CERMEG ha ribadito la necessità di precisare quale sia il livello di verità a cui va ricondotto l'obbligo sancito dalle norme deontologiche (art. 14 del Codice forense: "Obbligo di verità", e art. 1 delle Regole di comportamento del penalista nelle investigazioni difensive, approvato dal Consiglio delle Camere Penali italiane), poiché si tratta di un livello condizionato in ogni suo punto dall'esercizio dell'azione difensiva e come tale non sovrapponibile né alla verità, anch'essa parziale, cercata dal Pubblico Accusatore, né tantomeno a quella propria del ragionamento decisorio.

Allegati:


Questo articolo è stato creato il Lunedì 3 Ottobre 2011 alle ore 6:53 am ed è archiviato nella categoria Attività per la formazione professionale, Formazione, Convegni e seminari, Generale. Attraverso Feed RSS 2.0 è possibile monitorare questo articolo. Both comments and pings are currently closed.