Cermeg

 

 

 

È stato appena pubblicato, per i tipi della Casa Editrice Franco Angeli di Milano, il volume "La contradizion che nol consente. Forme del sapere e valore del principio di non contraddizione", curato da Federico Puppo e arricchito da un'Introduzione di Maurizio Manzin. L'opera raccoglie in forma collettanea i contributi discussi nel corso del Seminario di studio (v. un resoconto dell'incontro a p. 3 del documento qui linkato), che - con lo stesso titolo di «La contradizion che nol consente» - ebbe luogo presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche di Trento nell'anno 2007. In quell'occasione studiosi di provenienza eterogenea (filosofi e teorici del diritto, filosofi dell'età moderna e contemporanea, logici matematici, logici formali, giuristi informatici, storici della scienza, filologi e glottologi) si riunirono per discutere intorno al problema del principio di non contraddizione.

Come si legge nella IV di copertina, i temi affrontati dai diversi Autori, ognugno dei quali è un esperto risconosciuto nel suo campo, "spaziano dalla formulazione aristotelica del p.n.c., passando per Hegel, sino alle questioni implicate dal tipo di ragionamento che si vorrebbe applicato dai giudici nella sentenza. Per tutti, la domanda è: quale spazio ha, oggi, l'utilizzo del principio di non contraddizione? Si tratta solo di una diversa formulazione del principio d'identità, oppure esso detiene un valore logico capace di fondare tutti i tipi di discorso, inclusi quelli non assiomatizzati? Per Dante Alighieri, lo sappiamo, alla «contradizion che nol consente» era sospeso ben più che un giudizio di validità formale: da esso poteva dipendere la salvezza o la dannazione eterna".

Il volume è dedicato alla memoria del Prof. Roberto Gusmani, prematuramente scomparso a Udine il 16 ottobre 2009.

In allegato l'indice del volume in formato .pdf.

 

 

Allegati:


Questo articolo è stato creato il Venerdì 11 Giugno 2010 alle ore 8:26 am ed è archiviato nella categoria Altre pubblicazioni, Generale. Attraverso Feed RSS 2.0 è possibile monitorare questo articolo. Both comments and pings are currently closed.